Friday, May 21, 2010

A poem about shoes



Kenkäruno italiaksi. Sen toi tänne Pino. Hänellä on muutama runoblogi.

Scarpe di seta, delicate e fine,

portano ai piedi le ballerine,
hanno le punte forti e dure
per farle stare dritte e sicure.

I contadini portano scarponi,
che sono duri come mattoni,
sono sicuri e impermeabilizzati,
per il loro mestiere sono indicati.

I pompieri usano grandi stivali:
sono di gomma, sono speciali,
son resistenti all'acqua e al fuoco;
il loro mestiere non è un giuoco.

Le scarpe dei bimbi son colorate,
sono di pelle, di stoffa o plastificate.
Le scarpe delle persone poverelle
son fatte solo... delle propria pelle.


C'è chi, poi, porta scarpe griffate,
scarpe alla moda e ben lucidate,
scarpe di pelle vera di gran qualità,
ma tutto questo... non dà felicità.
(Pino Bullara)

3 comments:

  1. Pino in Finlandia...wow!he's an international poet...
    mi piacciono le sue poesie, specie quelle in dialetto...

    ReplyDelete
  2. Kyllà uudet sòdet kengàt joskus tekee onnelliseksikin :D

    ReplyDelete
  3. Thanks Rita and Antoinetta,
    thank you very much!
    I am very touched.
    Pino

    ReplyDelete

Kommentit ovat tervetulleita. Pyrin vastaamaan kaikkiin.

Julkaisen heti kun ehdin. Iltaisin en tavallisesti ole paikalla, mutta aamulla sitten taas.

Sana on vapaa, hyvät blogikaverit :)